Prese elettriche in Sud Africa

Prese elettriche in Sud Africa

In questo articolo parliamo di come scegliere le prese elettriche in Sud Africa. Un primo passo per organizzare tutto ciò che ti servirà nella “Nazione arcobaleno”.

Prese elettriche in Sud Africa ed informazioni di viaggio generali

Viaggiare significa anche incontrare e risolvere difficoltà più o meno semplici. Troviamo che sia importante informarsi su ciò che sia fondamentale nel quotidiano, come ricaricare il nostro smartphone, la fotocamera, collegare il phon, ecc

Infatti una delle domande che ci si pone quando si viaggia all’estero è: quale tipo di presa elettrica è adatta?

Per fortuna non è un gran problema, al giorno d’oggi basta comprare un adattatore universale per le prese elettriche e il problema è risolto velocemente.

prese elettriche in sud africa

La tensione elettrica ed il voltaggio cambiano a seconda del Paese, per questo motivo è indicato utilizzare un trasformatore 110 V, in grado di convertire la tensione elettrica in modo sicuro. In generale, gli adattatori possono sostenere un voltaggio tra i 110 V e i 240 V. Ricordiamo che in Sud Africa è presente un voltaggio tra i 220 V e 230 V con frequenza 50 Hz. 

Alcuni tipi di prese elettriche vengono utilizzate in più Paesi e quindi è bene portarsi appresso un adattatore universale. Ma se stai programmando un viaggio in Sud Africa avrai bisogno di un ulteriore adattatore perché c’è una spina e presa particolare. Niente di preoccupante!

Dove comprare l’adattatore per le prese elettriche in Sud Africa

Anche per i Sud africani è comune usare degli adattatori, perché gli elettrodomestici che sono in commercio in tutto il mondo hanno per la maggioranza spine “europee”, la classica tedesca e la spina a due o tre poli.

Quindi quando partirai portati il tuo adattatore, e quando arriverai nella “nazione arcobaleno” recati da Clicks (negozio con articoli per la cura del corpo, farmaci e piccoli elettrodomestici); noi abbiamo trovato l’adattatore sudafricano qui. Il prezzo si aggira sui 25/30 rand che sono circa 1,5-2 euro. Ti lasciamo il link dello shop online di Clicks dove potrai trovare l’adattatore che abbiamo comprato noi.

Oppure potrai comprarlo su Amazon, ti lasciamo il link qui

Il nostro consiglio, che vale per tutti i viaggi, e quello di portarsi una multipla, così con un solo adattatore si possono mettere in carica tutti insieme i dispositivi elettrici.

prese elettriche in sud africa

Le nostre note

Presta attenzione a due piccoli particolari su questi adattatori Sud Africani:

  • la classica tripla Italiana, sia grande che piccola, non va bene perché questi adattatori hanno solo due buchi e non tre. Per capirci si adattano bene solo le spine tipo quella del caricabatteria smartphone.
  • la presa tedesca nell’adattatore sud africano ha delle protuberanze che ostacolano la corretta entrata della spina tedesca a cui sei abituato in Italia, per cui non arriva a fine corsa. Infatti le spine tedesche locali hanno una rientranza che aggira questo problema. Fortunatamente la soluzione è facile. Essendo queste protuberanze di materiale plastico, potrai facilmente tagliarle via con un qualsiasi attrezzo affilato. Per esempio noi abbiamo usato il coltellino svizzero. Comunque fai attenzione!
prese elettriche in sud africa

Avviso

E’ molto importante connettere gli apparecchi solamente a tensioni per cui è progettato. Il collegamento di un dispositivo elettronico progettato per una tensione a 110 Volt ad una tensione a 220/230 Volt può essere molto pericoloso. Collegare un dispositivo progettato per una tensione a 220/230 Volt, come è presente in Sud Africa, ad una tensione più bassa riserva meno rischi di incidenti, ma è in ogni caso sconsigliato. Verificate sempre la tensione utilizzata nel paese in cui sei! 

Ora che hai letto quali sono le prese elettriche in Sud Africa e una volta che ti organizzerai per il primo arrivo, non ti resta altro che pensare quali tra le innumerevoli attività puoi fare. Dai un’occhiata ai nostri articoli, puoi trovare informazioni sulle bellissime spiagge di Cape Town, oppure sul tour enogastronomico e sulle degustazioni dei vini locali. Buona lettura e se hai qualche curiosità in più non esitare a contattarci!

Muizenberg Beach: Surf e molto altro

Muizenberg Beach: Surf e molto altro

Se stai cercando una Spiaggia adatta per il Surf, Muizenberg beach ha tutto quello che fa per te. Spiaggia lunga e sabbia bianca, ristoranti di pesce fronte mare, ottimi negozi per surfisti e le caratteristiche casette colorate. per noi è stato amore a prima vista!

Muizenberg beach, La spiaggia per il surf

Muizenberg Beach è la spiaggia per eccellenza per il surf! In questa spiaggia abbiamo avuto delle bellissime esperienze, ci siamo tornati più volte per le sue caratteristiche di adattabilità ad ogni contesto. Forse se non conoscete questa spiaggia per il surf, la conoscerete per le famose casette o cabine colorate che avrete visto in qualche foto di Cape Town! Insomma tutti vogliono andare a vedere le casette colorate e farsi dei selfies all’ultima moda!

muizenberg beach spiagge a cape town da vedere

Durante i weekend Muizenberg Beach si popola di turisti e di famiglie locali; puoi infatti trovare molti turisti  attratti dalle casette colorate, parecchi sudafricani vengono qui per surfare le ottime onde, le famiglie per rilassarsi con i figli, altri per passeggiare o allenarsi. Le casette o cabine colorate sono in pratica delle cabine di legno per cambiarsi, verniciate di verde, blu, giallo, rosso. Potete trovarne quattro sul fronte mare vicino ai vari negozi e ristoranti; mentre a circa 200mt dalla zona più affollata ce ne sono una ventina, tutte vicine tra di loro. Muizenberg Beach è una meta dinamica e per gli amanti del mare, infatti ci sono ottimi ristoranti di pesce, in cui puoi mangiare mentre vi godete la bellissima vista fronte mare! 

Questa spiaggia kilometrica offre una bellissima vista sulla famosissima Penisola del Capo, un’ altra bellissima zona di Cape Town assolutamente da visitare! Se per caso non vuoi spendere troppo tempo in questa spiaggia potrai proseguire lungo la strada M4 lungo la Penisola per andare a visitare la famosa spiaggia che ospita una colonia di pinguini, Bouders beach!

muizenberg beach spiagge a cape town da vedere

Parcheggiare a Muizenberg Beach

Se stai organizzando di visitare Muizenberg Beach durante i weekend estivi, troverai molta gente ed il risultato di tutto ciò è che per trovare un parcheggio libero dovrai spendere almeno 20 minuti! Il nostro consiglio spassionato è di non provare a parcheggiare fronte spiaggia durante il weekend, ma di cercare di trovare parcheggio sulla seconda o terza strada interna per poi andare a piedi in spiaggia (parliamo di 100 metri dalla spiaggia). Così facendo potrai conoscere meglio il posto fermandoti ad ogni negozio, bar e gelaterie. Altrimenti dovrai aspettare pazientemente nel traffico per un po’ e ovviamente avere anche un po’ di fortuna!

Se invece sei un tipo piuttosto mattiniero, quindi essere in spiaggia alle 8 circa, questo problema forse non ci sarà.

muizenberg beach spiagge a cape town da vedere

I servizi a Muizemberg

Muizemberg Beach è dotata di ottimi servizi, piste ciclabili e pedonali che si prolungano per tutta la spiaggia, grandi porzioni di sabbia per sdraiarsi e poter prendere comodamente il sole. Se hai voglia di mangiare un gelato o prenderti una pausa dal surf avrai tutto a portata di mano; ma se preferisci avere un po’ di tranquillità e privacy puoi distanziarti tanto quanto vuoi poiché la spiaggia si estende per kilometri! Ma ricordate che i servizi ovviamente sono concentrati tutti alla fine della spiaggia, dove si concentra la maggior parte della gente.

muizenberg beach spiagge a cape town da vedere

Nella bellissima Muizenberg Beach potrai trovare vari negozi per il surf, negozi di abbigliamento estivo con numerosi brands dai più economici ai più costosi, gelaterie, bar e numerosi ristoranti con specialità pesce. Ovviamente essendo una spiaggia molto turistica ci sono un sacco di edifici, hotels e case private per poter soggiornare e trascorrere la propria vacanza in uno dei posti più caratteristici ed unici di Cape Town.  

I nostri momenti a Muizenberg Beach

Per noi questa spiaggia unisce dei bellissimi momenti perché qui abbiamo conosciuto i nostri migliori amici Sudafricani; abbiamo mangiato con loro in uno dei più raffinati ristoranti stile marittimo di Cape Town e assaporato anche del buonissimo sushi fresco. Inoltre in questo ristorante abbiamo sentito parlare per la prima volta la lingua Xhosa, fa un effetto strano perchè mentre parlano fanno uno schiocco con la lingua. Ci siamo ritornati svariate volte a Muizenberb Beach e passaggiando tra le stradine abbiamo scoperto anche alcuni murales veramente cool, appartenenti all’artista Chris Auret (Auret-art.com). 

muizenberg beach spiagge a cape town da vedere
Waterford Estate Chardonnay 2016

Waterford Estate Chardonnay 2016

Scopriamo insieme questo Waterford Estate Chardonnay di un’ottima annata Sudafricana. Limpido, fresco, si abbina a piatti importanti ma anche a quelli quotidiani. Un vino che è stato prodotto da una delle più storiche cantine nell’area di Stellenbosch.

Scheda Tecnica Waterford Estate Chardonnay 2016

waterford estate chardonnay 2016

Varietà dell’Uva: 100%

Località del vigneto: Paese South Africa, Regione Stellenbosch, Western Cape

Invecchiamento: 9 mesi, 24% botti di rovere nuove, fermentato in botti di rovere francese da 300 L.

Analisi del vino: Alc: 12.7%  TA: 4.6 g/L  RS: 1 g/L  pH: 3.47

Volume della bottiglia: 0.75 L

Tipo di chiusura: Sughero

Allergeni: Contiene sulfiti

Waterford Estate Chardonnay 2016

Degustazione

Vista: Brillante, giallo paglierino chiaro

Olfatto: Sottili sentori di rovere, vaniglia, pietra focaia colpita; lascia posto a note di lime e mandarino e pesca

Gusto: Tavolazza molto fresca, con sapori pronunciati di mela cotogna e limone. Finale minerale, lungo e pulito.

Abbinamento: Maiale, pesce azzurro, tonno, salmone e piatti vegetariani

Temperatura di servizio: 8-12° C

La registrazione come “single vineyard”, per questo Waterford Estate Chardonnay è avvenuta nel 2012 e ciò garantisce che il vino venga prodotto esclusivamente nel blocco originale di 5,8 ettari. Il suolo di questo vigneto situato a Stellenbosch è composto da argilla rossa e da depositi di granito.

L’argilla conferisce al vino struttura, mentre il granito produce mineralità e finezza.

waterford estate chardonnay 2016

L’annata 

L’annata 2016 è ricordata in South Africa nel Western Cape (leggi i nostri articoli per scoprire di più su questa regione), caratterizzata da siccità e calore. Fortunatamente questo vigneto di Waterford Estate è localizzata tra la montagna di Helderberg e in prossimità dell’oceano così da abbassare le temperature durante la notte. La mancanza d’acqua per questo vitigno di Chardonnay si rispecchia in grappoli leggeri con piccoli frutti; mentre il calore ha inciso nel vino con bassa acidità. Nonostante l’età queste viti dimostrano ancora di produrre vini deliziosi e ben strutturati che sono piuttosto profumati da giovani ma si sviluppano magnificamente durante il tempo trascorso in bottiglia (a 2-5 anni dalla data di uscita). La finestra di tempo per bere questo vino oscilla tra il 2018 e il 2025.

 

La Cantina Waterford Estate 

Waterford Estate è stata creata attraverso una partnership molto speciale tra due famiglie che avevano un sogno condiviso per creare un’azienda vinicola in cui la vita è amata, le stagioni segnano il tempo e il frutto ricorda sempre benedizioni, abbondanza e bellezza della natura. 

Waterford Wines è stata fondata nel 1998, quando Jeremy e Leigh Ord acquistarono questa terra e dei vigneti di Stellenbosch (precedentemente parte della fattoria Stellenrust). 

Kevin e Heather Arnold erano responsabili di questo sito, della pianificazione della nuova cantina e della cura dei vigneti e dei frutteti esistenti.  

Visita il sito di Waterford Estate cliccando qui per maggiori dettagli.  

Per conoscere altre cantine e vini del South Africa ti suggeriamo di leggere i nostri articoli.

 

Consigli di abbinamento 

Questo Waterford Estate Chardonnay 2016 si abbina bene a classiche carni rosse con sale marino grosso. Si può abbinare alquanto bene con altri piatti salati.

Guarda qua sotto il nostro video di Wine Tasting per questo Waterford Estate Chardonnay 2016. Sul nostro canale YouTube puoi trovare altre degustazioni di vini internazionali.  

La nostra esperienza a Waterford Estate

Le nostre aspettetive per la degustazione a Waterford Estate erano alte ma sono state pienamente soddisfatte. Dal punto di vista architettonico la cantina è imponente e appena superato l’ingresso si entra in un grazioso giardino con una fontana centrale. L’ambiente e rilassante e il servizio del personale è impeccabile. Ci sono diverse tipologie di degustazioni, tutte abbordabili con la possibilità o meno di abbinare cioccolata. Finita la degustazione il personale ci ha guidati all’interno della Cellar e della Barrel Room per completare al meglio questa esperienza. 

Altre Curiosità da Waterford Estate

Il Cabernet Sauvignon è la varietà più adatta per il terreno di Waterford Estate e rappresenta il 35% delle piantagioni. Il Cabernet Sauvignon è presente soprattutto a Sandstone, ricco suolo con lo strato superiore caratterizzato da terriccio, e quello inferiore da argilla bianca per catturare l’umidità.

Premi Chardonnay 2016

  • TIM ATKIN – Punteggio 93
  • Decanter World Wine Award 2019 – Medaglia di bronzo

Boulders beach – i 1000 Pinguini di Cape Town

Boulders beach – i 1000 Pinguini di Cape Town

Arrivare a Boulders Beach

Probabilmente siete in uno dei bellissimo hotel di cape town e oggi è una bellissima giornata di sole e decidete di andare a visitare boulders beach, la famosa spiaggia per ospitare la famosa colonia di pinguini di Cape Town. Dal centro di cape town ci vogliono circa 60 minuti in macchina, dipende dal traffico. Dovete prendere l’M3 che vi porta a muizenberg beach per poi immettervi nell’M75 e poi M4 in direzione Cape of Good Hope. Boulders beach vi apparirà appena dopo un porto della marina navale sudafricana lungo l’M4 nel paese di Simon’s town.

Essendo molto turistica Boulders beach è attrezzata per un gran numero di persone, infatti il parcheggio è veramente grande anche se non del tutto asfaltato (attenzione alle buche e a non forare le gomme sulle piccole pietre). La spiaggia è carina ma per il numero di turisti non so se è l’ideale per un bagno, anche perché lungo tutta la costa ci sono ristoranti di pesce affollati di persone. Nel parcheggio c’è anche un piccolo mercatino di artigianato locale.

Boulders beach - i 1000 Pinguini di Cape Town

Boulders beach 1^parte

Dal parcheggio all’ingresso della spiaggia dovrete camminare per circa 5 minuti e se è una giornata calda fermativi pure a prendervi un bel gelato lungo la stradina. Seguendo tutta la gente arriverete all’ingresso della spiaggia (il nome esatto è foxy beach dove c’è la colonia), ci sarà da pagare un biglietto di circa 150 rand a persona (circa 10 euro) e 80 rand per i bambini (circa 5 euro). Non c’è nessuna possibilità di accedere alla spiaggia colonia dei pinguini senza pagare il biglietto di ingresso, questo perchè fa parte del parco nazionale della table mountain e giustamente bisogna difendere questa colonia dal turismo di massa, come risultato potrete vedere questi carissimi pinguini con i cuccioli che gironzolano per la spiaggia o sbucano fuori dall’acqua a tutta velocità, un’esperienza unica.

Boulders beach 2^parte

Potete tranquillamente pagare in contanti o bancomat, appena accedete ci sono delle passerelle sopraelevate di legno che vi porteranno alla riva della spiaggia foxy da entrambi i lati e lungo tutto il percorso potete notare i pinguini nelle loro tane più o meno distanti da voi, mi raccomando di non importunarli e di non dargli da mangiare. Essendo una metà molto turistica vi consigliamo di non andarci durante il weekend, e magari di sfruttare quelle fasce di orario dove ci può essere meno gente, così da godervi il vostro momento a contatto con la natura, in completa tranquillità.

Boulders beach - i 1000 Pinguini di Cape Town

Boulders beach 3^parte

Se per il prezzo del biglietto non siete ancora convinti di vedere questa colonia di pinguini, vi suggeriamo di proseguire lungo la stradina senza svoltare nell’ingresso principale perché se siete fortunati potete vedere qualche pinguino anche lungo il cammino per andare dalla parte opposta della spiaggia, infatti visitando la colonia abbiamo visto che i pinguini sono davvero tanti e si spingono anche ben lontano dalla riva per scavare o trovare la loro tana perfetta.

Boulders beach - i 1000 Pinguini di Cape Town

Boulders beach 4^parte

Dall’altra parte della spiaggia (ingresso da secluse avenue) potete sempre accedere a boulders beach pagando il biglietto d’ingresso. Vi renderete conto da soli che non essendo l’ingresso principale questo lato è il più tranquillo e il più bello, inoltre non ci sono pontili di legno per non disturbare i pinguini, ma puoi andare fino al bagnasciuga. L’accesso è per tutti i titolari di biglietto e anche per i pochi privati che hanno la casa fronte mare con permesso di accesso alla spiaggia. I due accessi laterali sono accessibili a tutti, ma per il lato centrale di boulders beach ci vuole un minimo di atletica per scavalcare le rocce e passare tra spazi stretti. Ma il gioco vale la candela.

Non preoccupatevi se entrate e uscite, perchè per entrare dall’altro lato della spiaggia basterà esibire il vostro biglietto, quindi conservatelo! Per esempio se entrate a vedere la colonia a foxy beach, poi potete uscire e andare a vedere tranquillamente anche l’altro lato di boulders beach. Non so perché molti turisti dopo essere stati dal lato principale non vogliano provare l’esperienza di fare una foto ravvicinata con un pinguino, sempre rispettando l’animale in tutti i sui aspetti.

Boulders beach - i 1000 Pinguini di Cape Town

Conclusione

Se siete arrivati a leggere fino a qui, vi ringraziamo e per premiarvi vogliamo suggerirvi di parcheggiare dal lato “meno famoso”, perché anche se il parcheggio principale va benissimo, per chi ha noleggiato la macchina e non vuole rischiare di rovinarla, il parcheggio secondario anche se più piccolo è tutto asfaltato. Si trova presso secluse avenue.

Ricordatevi di considerare il cape town pass per avere un notevole sconto sulle attrazioni turistiche!

A boulders beach c’è l’opportunità di vedere i pinguini facendo sup.

Clifton beach, Cape Town, South Africa!

Clifton beach, Cape Town, South Africa!

Clifton beach a Cape Town in South Africa

Clifton è una delle spiagge più In e mondane di Cape Town, ed il motivo c’è, è bellissima! Se guardate attentamente la spiaggia è divisa in 4 porzioni. Notiamo però che se si digita su google maps clifton appare subito clifton 4th, e non clifton beach (composta da ben 4 spiagge), abbiamo scoperto in loco che Clifton Beach è composta da ben 4 suggestive spiagge suddivise delle rocce.

Questa particolare suddivisione è opera della natura; caratteristiche rocce più o meno enormi, levigate dal vento formano barriere naturali facili da aggirare. Una semplice passeggiata con un po’ di attenzione è sufficiente. Se la marea è bassa si possono attraversare lungo il bagnasciuga, oppure ci sono dei passaggi naturali accessibili tra le rocce.

Clifton beach, Cape Town, South Africa!

Clifton 4th

La suddivisione della spiaggia, se pur naturale, ha creato una specie di suddivisione in “gruppi” caratteristici dei bagnati che la frequentano. Stiamo parlando più che altro di abitudini locali; un turista straniero, in vacanza qualche giorno non noterà di certo la cosa. Noi siamo venuti a conoscenza di questa usanza da alcuni amici locali.

Infatti con gli anni le diverse porzioni di spiaggia vengono frequentati da gruppi sociali locali diversi. E qui ci ricolleghiamo al perché su google maps appare solo clifton 4th. Questa porzione di spiaggia è la più frequentata e popolare di tutte, frequentata dalle famiglie con bambini. Inoltre questa spiaggia è quella di più facile accesso, è la più vicina al parcheggio pubblico ed ai bagni pubblici di tutta la spiaggia.

Clifton 3rd

Appena affianco a Clifton 4th, troviamo Clifton 3rd, per noi la porzione di spiaggia più bella e caratteristica e riservata. Alcune piccole rocce la suddividono a sua volta in: clifton 3rd e clifton 3rd ½. Se tenete sotto d’occhio clifton beach su google maps vedrete che clifton 3rd e 3rd ½ insieme, sono una piccola porzione di spiaggia circondata dalle caratteristiche enormi rocce rotonde e levigate. Questa conformazione crea un ambiente privato. Per questo motivo clifton 3rd ½ è famosa per essere frequentata dalle coppie che vogliono riservatezza; mentre clifton 3rd è più gettonata dall’ambiente omosessuale. Vogliamo ribadire che questa porzione di spiaggia è la più bella secondo la nostra esperienza a prescindere dalle preferenze sessuali e dai gruppi sociali.

Clifton beach, Cape Town, South Africa!

Clifton 2nd e 1st

Siamo arrivati a metà lungomare di Clifoton Beach. Proseguendo la camminata esplorativa si arriva a clifton 2nd, che seppur divisa da alcune rocce da clifton 1st, noi possiamo considerarle unite dal punto di vista sociale. Questo perché, da clifton 2nd cominciano ad affacciarsi sulla spiaggia gli hotel che proseguono fino alla fine di Clifton 1st. Come potete intuire questa spiaggia è frequentata generalmente dai turisti che alloggiano nei bellissimi hotel di clifton. La spiaggia è comunque pubblica e troverete un sacco di persone che passeggiano da un estremo all’altro sotto il cocente sole del sud africa.

Altri Consigli

All’ingresso della spiaggia troverete dei cartelli informativi che indicano la pericolosità della corrente marina e la direzione, quindi prestate attenzione a queste indicazioni. Solo pochi temerari provano a fare il bagno nella gelida acqua dell’oceano (a meno che non siano dei locali abituati)! Se volete provare a cavalcare le onde del Su Africa, Clifton beach non è la zona indicata, poiché il vento crea le onde migliori solo nelle coste meridionali. Vi consigliamo quindi di visitare Muizenberg, la spiaggia più famosa e frequentata tra i surfisti. Se invece volete fare un’esperienza romantica e unica vi consigliamo di visitare Noordhoek Beach, in cui potete assaporare tutta la sua bellezza cavalcando un cavallo!

Ritornando a Clifton Beach, qui avete la possibilità (noi siamo stati fortunati), di vedere dei delfini tra le onde dell’oceano a pochi metri dalla riva. Un’emozione bellissima!

Un’esperienza unica, con un altro animale caratteristico di queste coste Sudafricane, la potete fare visitando Boulders beach, casa di una numerosa colonia di piccoli pinguini. Qui potete osservare i cuccioli, i nidi con le uova e le naturali abitudini di questi simpatici animali. E’ possibile visitare la colonia di pinguini anche via mare, facendo un’escursione programmata facendo sup!

Clifton beach, Cape Town, South Africa!

Per immagini dal web di questa spiaggia: Clifton beach